La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE DELL'ATTENZIONE

martedì 5 marzo 2013

Il linguaggio Grafico-Figurativo nel bambino/a dai tre ai sei anni. Parte III°

1° È necessario renderci conto come funziona la mente del bambino/a nel linguaggio Grafico-Figurativo.
Facciamo un semplice esempio, quello di una bambina che incontra un cagnolino.
- La bambina vede o "percepisce" il cane.
- La bambina percepisce il cane come animale buono e nella sua mente immagina di essere amica del cane.
- Il cane non c'è più.
- La bambina disegnerà quello che ricorda vagamente dell'incontro con il cane.
Il disegno che noi vediamo, quindi, non è altro che un insieme di ricordi sfocati di "percezioni", rispetto alle quali ha perso in chiarezza.
Attenzione:
È bene ricordare che la rappresentazione (il disegno) è sempre un fatto nuovo e di conseguenza non ripete mai esattamente la percezione o lo stato d'animo.

2° È necessario renderci conto delle difficoltà che il bambino/a deve affrontare.
- Difficoltà percettive: Il bambino/a quando si troverà di fronte a una casa la percepisce in blocco, poi distinguerà la porta, la finestra, il tetto.
- Difficoltà motorie: dal momento in cui la spalla, il braccio, la mano, le dita sono una sola cosa... via via il bambino/a le distinguerà.
La capacità di controllare i movimenti è legata a questo processo di distinzione.
Attenzione: 
Tanto più l'adulto accentua il carattere estetico nel disegno (disegno"pulito" "ordinato"), tanto più c'è uniformità, conformismo. Manca cioè l'espressione personale, (De Bartolomeis), la creatività, aggiungo io.

3° È necessario liberarci dai pregiudizi, nel senso di dare valutazioni agli elaborati dei bambini: "bello... brutto".
- Il problema non è quello di fare del bambino/a un "Artista", ma metterlo nella condizione di comunicare realmente con il suo ambiente anche attraverso il disegno
Specie nella fase dello scarabocchio il bambino/a ha bisogno di "sporcarsi", sono utili in questa fase pitture, acquerelli, pennarelli a punta grossa che danno maggiori soddisfazioni.
Sotto vediamo varie tipologie di disegni.










sinforosa castoro

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI, SUGGERIMENTI, CRITICHE SONO BEN ACCETTI IN QUESTO BLOG.

ULTIMI COMMENTI